Quando la fustella diventa un timbro…

Eccomi di nuovo qui con un altro piccolo tutorial sull’uso alternativo delle fustelle.

Questa volta ho usato questo bellissimo ramo di fiorellini che mi piace un sacco ed è il preferito della mia mamma fra tutte le mie fustelle… se siete pronti partiamo.
Ho iniziato fustellando il mio rametto una volta sul del fommy e una volta su della carta acquerello.


Ho poi preso la fustellata di fommy e l’ho letteralmente scomposta ricavando vari rametti.


Ho fustellato la base della mia card con la splendida fustella dei quadrati de LCC. Credo che questo set di fustelle sia fra i più furbi e allo stesso tempo leziosi che ci sono nella mia craft room. Mi piace da impazzire. Ha il merletto e l’impuntura eppure ha un design così pulito. Se non avete ancora pensateci perche risolve un sacco si situazioni.


Ma torniamo al tutorial…
Ho appoggiato il mio pannello su un piano proteggendo il merletto con del nastro carta e ho timbrato in maniera molto approssimata con il Distress Oxide Peacock Feather il timbro con la scritta (per ottennere l’effetto più approssimato possibile non l’ho neanche attaccato sul blocchetto di plexiglass e ho timbrato direttamente con la mano).


Ho poi preso i vari rametti e li ho appoggiati su un blocchetto per timbri ricoperto di Tack N Peel in modo che rimanessero attaccati ed ho usato il tutto come se fossero veri timbri e ho timbrato. Ho usato il tampone Versamark e la polverina da embossing trasparente.


Ed adesso la magia… ho preso un blending tool e passato lo stesso inchiostro Oxide(volevo una card tono su tono) su tutta la superficie della mia card (proteggendo sempre il merletto). Ed ecco qui… improvvisamente i miei fiorellino “fioriscono” sulla card.. Dove c’è del professionismo questa tecnica si chiama “Embossing Resist”. In qualche tutorial americano un po’ datato è la tecnica del “Mantello di San Giuseppe”… per me è magia… soprattutto quando l’embossata trasparente permette di vedere la timbrata sotto:)


Insomma, un modo carino per usare una fustella, no? Certo, il risultato non ha nè la perfezione nè la nitidezza di un timbro (è solo una fustellata di Gomma Crepla), ma pre creare punti di interesse su uno sfondo direi che è molto utile. Naturalmente più è dettagliato l’elemento e meno precisione si avrà. Con questa fustella però il risultato è decisamente più che soddisfacente.
Una volta terminato il mio sfondo, ho usato l’altra fustellata (quella su carta): ho sezionato anche questa e l’ho incollata a lato della mia card con un sentiment che adesso… dai… è fatto apposta per una card sulla quale nascono dei fiori:)


Un fiocco di twine e un tocco di glitter sui fiori del mio bouquet ed ecco fatto.


Facile, veloce… e con una fustella al posto del timbro.
Spero vi sia piaciuta.
A presto
M!R

Timbri e fustelle La Coppia Creativa:

Fustella Segnalibro con fiori, timbri Sfondo scritte, timbri Mille sorrisi, fustelle Quadrati smerlati

3 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *